D1 SENZA TRUCCHI – L’ARTICOLO NON PROGRAMMATO

D1 SENZA TRUCCHI – L’ARTICOLO NON PROGRAMMATO

D1 SENZA TRUCCHI – L’ARTICOLO NON PROGRAMMATO 150 150 webmaster

Questo veloce e breve articolo nasce da uno scambio di due battute su Shoppazzi – ma veramente due – con gli admin Manu e Gabbo su quanti trucchi e trucchetti le persone e gli shop usino durante il D1. Si è pure citata l’esistenza di gruppi privati – io non ne conosco nessuno, quindi se ne avete contezza e volete condividere il Covo è sempre disponibile a pubblicare ogni cosa – dove le persone si scambiano tutte le informazioni possibili per mettere in atto strategie più o meno lecite (mi vengono in mente script) per permettergli di essere sempre tra le prime posizioni di ogni shop fregando, di fatto, tutti gli altri.  Io non sono un esperto informatico quindi non so dire se queste cose siano possibili, facili ed alla portata di tutti o se richiedono una qualche conoscenza informatica per potere essere messe in atto. In aggiunta non saprei neanche se determinate strategie, al netto di trucchetti vari portino, veramente vantaggi, ma solitamente, e se ritengo che alcune osservazioni abbiano senso, cerco di immaginare quale sia la soluzione maggiormente favorevole agli utenti/clienti. Pertanto nello scambio di battute in parola ho citato Kernel come quello shop che inconfutabilmente  ha messo in pratica, a mio avviso, il miglior sistema “antifrode” (shop e utente) per la gestione del D1. Il metodo non è niente di complicato o di particolarmente sofisticato ma nella sua semplicità (ed al momento unicità) ha garantito lo svolgimento del D1 in totale trasparenza e non ha dato adito a nessuna recriminazione da parte degli utenti o dei soliti fenomeni del Buy and Share che ultimamente impestano tutti i gruppi. Ed allora che metodo è e perché non lo adottano tutti? Beh fondamentalmente di D1 ce ne dovrebbe essere solo uno e le liste esterne con codici amico hanno dinamiche di ordini non gestibili così tuttavia chissà che non possa essere preso in considerazione ed utilizzato da altri shop in apertura o per il D1 delle liste secondarie degli shop già esistenti. In poche parole e senza entrare nella specificità di quanto richiesto da Kernel, gli ordini al D1 sono stati effettuati mediante invio di email e la lista è stata redatta secondo l’ordine di arrivo delle stesse alla casella dello shop, il quale ha utilizzato  l’orario riportato sull’header dell’email per compilare la lista… quindi Mr. Google ha garantito che non potessero esserci trucchi negli orari, sia per chi ha inviato l’email che per chi l’ha ricevuta, rendendo così impossibile mettere in atto tutti i trucchetti o le strategie a cui gli utenti esperti avrebbero potuto ricorrere. Ultima considerazione che voglio fare e che sinceramente mi trova anche qui d’accordo è il fatto che Kernel abbia pubblicato la lista al quindicesimo giorno dal D1, dando la possibilità a tutti di fare recesso entro i 14 giorni di Legge ma di fatto impedendo a tutti i furbetti di vedere il posizionamento in lista e decidere se fare recesso o meno (il buon Mariano dei tempi d’oro era un professionista del recesso ma in questo caso dubito avrebbe anche solo provato a comprare lasciando, di fatto,  il posto in lista ad un cliente onesto e motivato). 

Quindi a conclusione di queste due brevi riflessioni invito tutti a pensare di iniziare a richiedere questo metodo nei D1 in modo che sia garantita inconfutabilmente la trasparenza della lista. Analogamente una lista che viene pubblicata dopo 15 gg tutela i clienti seri e non lo sciacallame che continua purtroppo ad imperversare in ogni dove: iniziate a richiedere pure questo! Proprietari pensateci pure voi… il vostro interesse è tutelare l’utente comune e non il profittatore che compra, compensa e saluta. Siate trasparenti e chissà potreste pure fidelizzare le persone.

Masterfully Handcrafted for Awesomeness

WE DO MOVE

YOUR WORLD

Il Covo – Tutte le news sul mondo Buy And Share

Preferenze privacy

Quando visiti il nostro sito, potrebbero essere salvate alcune informazioni, in particolare dai form di contatto. Da qui puoi modificare le tue impostazioni per la privacy. Non ti nascondiamo che non permettere l'uso di alcuni cookies potrebbe bloccare contenuti del nostro sito web.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito usa cookies anche di terze parti. Leggi la nostra politica sui cookie ed eventualmente modifica le preferenze. Tuttavia non accettando alcuni cookie potrebbero risultare non abilitati alcuni contenuti.